Chi Siamo

Viviamo i consigli evangelici come frutto e manifestazione del nostro amore a Dio e consideriamo le rinunce che essi comportano, un perfezionamento della nostra personalità, non un impoverimento della nostra vita.

La vita dell'Istituto è regolata dalle sue Costituzioni.

Ne trascriviamo alcune che riteniamo qualificanti.

Cost. 1

Dio è amore (1Gv 4,8.16) ed è ricco di misericordia (Ef 2,4). Gesù, Verbo fatto carne, è la manifestazione della carità trinitari: di essa il Cuore di Cristo è simbolo vivente e vivificante.
Questa realtà divina, percepita sotto l'azione dello Spirito Santo, mentre ci fa assumere la devozione al Cuore di Cristo come elemento qualificante della nostra vita, ci fa poi aderire all'Istituto Secolare dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù, acco-gliendo l'intuizione carismatica del p. Pietro Giuseppe Picot de Clorivière.

Cost. 2

Ci preoccupiamo di conoscere e di imitare il più possibile l'interiorità del Cuore di Gesù.
L’imitazione di Gesù nella sua interiorità è il nostro impegno primo e costante. Per questo chiediamo la conoscenza intima dei sentimenti del suo Cuore, specialmente del suo amore (cfr Fil 2, 5-11; Ef 3, 14-19)

Cost. 2

Vogliamo fare della carità la legge della nostra vita.
Nella potenza dello Spirito Santo (Cfr 1Cor 2,4) miriamo a

- vivere nella fede in Cristo che ci ha amato e ha dato se stesso per noi (cfr Gal 2,20; Ef 5,2)
- fare dell’amore l’unica legge della vita (cfr Mt 22, 34-40)
- amare Dio in tutto e tutto in Dio;
- svolgere il sacro ministero come servizio reso all’Amore e reso per Amore (cfr 2Cor 4,5).

Cost. 10a

Cerchiamo di manifestare il nostro amore a Dio rendendoci tutti suoi con
la pratica dei consigli evangelici coi voti:

Viviamo i consigli evangelici come frutto e manifestazione del nostro amore a Dio e conside-riamo le rinunce, che essi comportano, un perfezionamento della nostra personalità, non un impoverimento della nostra vita.

Cost. 21

Manifestiamo la nostra pietà filiale intensa col dare il primo posto alla preghiera:
Radicati nel Cuore di Gesù e mossi dal Suo Spirito, desideriamo essere lode perenne del Padre (cfr Ef 1,6.12.14) e improntare a vero spirito filiale (cfr Rom 8,14.16) la preghiera personale e liturgica.
La nostra orazione sarà tanto più un incontro intimo con il Padre, per mezzo di Gesù nostro Signore, nello Spirito Santo, quanto più cresce in noi la fede, la speranza e la carità.

Cost. 3b

Vogliamo manifestare il nostro amore al prossimo: con una profonda carità sacramentale verso il Vescovo e verso i confratelli:
In modo particolare professiamo sempre filiale rispetto ed obbedienza al Vicario di Cristo ed ai nostri Vescovi. Allo scopo di conservare la nostra piena disponibilità ai Vescovi l'Istituto non avrà opere proprie.

Cost. 5a

In fedeltà alla nostra vocazione rimaniamo uniti:
- al Vescovo in comunione di obbedienza e di collaborazione;
- ai Confratelli del Presbiterio con speciali vincoli di carità apostolica e di fraternità sacramentale;
- alla nostra Chiesa particolare con disponibilità di servizio.
La nostra secolarità si realizza, prima di tutto, nella diocesanità.

Cost. 6a

Per questo i nostri rapporti coi confratelli dell’Istituto vogliono essere scuola di comunione:
Siamo tanto più cellule vive nell'Istituto quanto più si realizza una intensa vita interiore incentrata nell'amore. Desideriamo che i nostri vicendevoli rapporti siano improntati ad una amicizia profondamente soprannaturale e squisitamente umana nelle espressioni, scambiandoci aiuto e superando ogni isolamento.

Cost. 27a

Con intensa carità pastorale verso i fedeli come anima del nostro apostolato, a imitazione di Cristo buon Pastore:
Desideriamo vivere la nostra missione principalmente come partecipazione al ministero di Cristo, il Buon Pastore che sacrifica la sua vita per la salvezza dei fratelli (cfr Gv 10,11). Anima del nostro apostolato è la carità pastorale, che attingiamo, sempre più intensa, dall'assiduo contatto con il Mistero Eucaristico, nel quale il Cuore di Gesù vive in continua donazione di sé. Tendiamo alla perfezione della carità pastorale mediante il santo ministero, procurando di essere attenti e docili all'azione dello Spirito.

Cost. 9

Nel nostro Istituto la consacrazione secolare mediante i consigli evangelici vuole essere una risposta alla grazia dell'Ordine sacro, per seguire più da vicino Gesù nella verginità del cuore e nella castità dell'amore, nella povertà evangelica, nell'obbedienza filiale (cfr Fil 2,7-8) Tale consacrazione che si radica nel Battesimo, è vissuta, ogni giorno, più profondamente e con maggiore pienezza nel mistero eucaristico, dove ci uniamo più strettamente a Cristo, sacerdote e vittima del suo sacrificio, partecipando alla sua oblazione al Padre e al suo amore salvifico per gli uomini. Con la consacrazione, sotto l'influsso dello Spirito Santo ci sforziamo di testimoniare meglio il mistero pasquale nella nostra vita vivendo non più per noi stessi ma per Gesù e il suo regno; e portando nel nostro corpo le sue stimmate, così che, crocifissi al mondo, possiamo gloriarci solo della croce del Signore (cfr Gal 6,14-17)

Cost. 38

Nel nostro cammino di formazione ci sono guida sicura le Costituzioni:
L’Istituto propone un cammino di formazione per mezzo delle Costituzioni  approvate dalla Chiesa. A tale scopo ce ne spiega il senso e la pratica, stimola a farle oggetto frequente di attenta lettura e meditazione e ad esaminarci periodicamente su di esse come norma di vita.

ISTITUTO SECOLARE SACERDOTI
SACRO CUORE

Via Baserga, 81 - 22100 COMO
Tel: 349.3507156
info@isssc.it